VOLVO CLUB

diesel+elettrico: c'è chi ci crede

Offline Gab

  • Iscritto da Apr 2011
  • Cesena
  • ******
  • 4.175
  • Volvo: XC90 D5 '07 Momentum
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #15 il: Maggio 01, 2018, 12:15:10 pm »
I costruttori non sviluppano in proprio i motori diesel da tempo. I diesel in commercio attualmente presentano alcune caratteristiche:
1) In primo luogo, sono un fenomeno solo europeo. Un insieme di aziende europee, in gran parte di componentistica - Bosch tra le prime -, ha preso la decisione, negli anni 90, di spingere la tecnologia del diesel a dispetto del resto del mondo.
2) Le case automobilistiche comprano componenti e tecnologie dalle industrie di cui al punto 1. Non c'è praticamente una sola casa che, da sola, sappia fare un diesel completo. In realtà, le loro scelte sono molto limitate. Infatti usano tutte le stesse identiche tecnologie con gli stessi identici problemi.
3) Le stesse case preferiscono affidarsi a questi fornitori piuttoso che sviluppare in proprio perchè vedono anche loro che i risultati sono molto incerti.
4) Il fatto che le case non padroneggino questa tecnologia è evidente dalla soria recente del diesel. Ad ogni inserimento di una nuova tecnologia ( valvole varie, filtri, additivi, software ) vi sono stati innnumerevoli problemi che non sono mai stati risolti in modo stabile. Semplicemente vi sono state messe semplici pezze. Nel frattempo i diesel sono diventati sempre più complessi e costosi e sempre meno durevoli. Oggi abbiamo motori diesel che iniziano a presentare gravi problemi spesso prima dei 100.000 km.
5) E' ormai chiaro che tutte le case hanno usato sofware taroccati. Non è stata una scorciatoia, è stata una necessità. Perchè nessuno ha una tecnologia affidabile e nessuna casa ha il controllo di quello che succede.




Online mgaproduction

  • Iscritto da Mag 2017
  • Asti
  • ******
  • 3.224
  • Volvo: V60 Ocean Race D3 150cv geartronic
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #16 il: Maggio 01, 2018, 13:28:24 pm »
Il tutto si riconduce ad un solo punto (secondo quanto scrivi) ovvero che le case costruttrici non sono capaci di sviluppare motori e si affidano a terzi.
Ma sarà vero? Il gruppo VAG se li costruisce da solo i motori per esempio.
Ciò non cambia quanto ho scritto prima
Ex Volvo V40 ('98 - '10)
Attuale V60 Ocean Race D3 150 cv geartronic my 2017


Offline emilio60

  • Iscritto da Set 2013
  • Toscana
  • ******
  • 4.737
  • Motori benzina: 2L-3L-4L-5L-6L, Motori diesel: V8
  • Volvo: Adesso: Siitretti T5 R-Design manuale 2012 (pre-China engineering) - ex: Siihutti D3 Geartronic 2013
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #17 il: Maggio 01, 2018, 15:50:42 pm »
Honda anni fa si è costruita da sola (e partendo da zero) il suo primo diesel, che è anche stato il primo diesel al mondo completamente in alluminio.
Ed ha vinto diversi premi di settore.
Gli ci sono voluti però degli anni, durante i quali ha montato i diesel Isuzu, spendendo parecchio in garanzie e facendosi cattiva pubblicità.
Toyota credo che i suoi diesel li faccia da sola.
Non esiste solo la triade tedesca.
Non discutere mai con un idiota.....ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. (Copyright Cavallo)



Offline Gab

  • Iscritto da Apr 2011
  • Cesena
  • ******
  • 4.175
  • Volvo: XC90 D5 '07 Momentum
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #18 il: Maggio 01, 2018, 19:57:08 pm »
Toyota produce talmente tanti diesel per auto che ... non li vende nemmeno più.
Il primo motore recente diesel di honda è stato la serie N, quello della CRV, che è un motore sostanzialmente fatto in primis per il mercato europeo, sviluppato da Honda in Europa e costruito a Swindon in Inghilterra. Poi Honda usa anche il più piccolo Circle L, che è sviluppato e prodotto dal gruppo GM in Polonia.
Sono motori europei, che usano tutto l'ambaradan di soluzioni standard per i diesel che si possono vedere anche in tutti gli altri motori diesel. Per cui Honda rientra appieno in quanto ho detto sopra.
Il gruppo VAG non fa eccezione. In un motore del gruppo VAG trovi le stesse soluzioni che trovi negli altri.

Non sto parlando del fatto che Honda facesse i monoblocchi in alluminio. Questa non è tecnologia del motore diesel, è tecnologia delle fusioni di alluminio. Sto parlando delle tecnologie che controllano il flusso dei liquidi e dei gas nel motore e che ne controllano la combustione. Quelle tecnologie che avrebbero dovuto rendere il motore diesel efficiente e pulito.

Gli europei ( e le branch europee di case giapponesi e americane ) hanno diverse piattaforme di base per i diesel, alcune che risalgono a decine di anni fa, ma nessun costruttore produce interamente da sè il motore. Le soluzioni che rendono un diesel attuale capace di funzionare sono trasversali.
I sistemi di iniezione sono di produttori terzi. I sistemi EGR sono di produttori terzi. Le soluzioni di sovralimentazione sono di altri. I sistemi per l'abbattimento delle polveri ( FAP, DPF ... ) sono di altri ancora e, per finire, i sensori e le centraline che fanno funzionare il tutto sono anchessi di altri.

Le grandi case saprebbero o potrebbero costruire un diesel in autonomia? Forse si: un diesel aspirato 1.5l di cilindrata in fuori giri a 3.500 rpm e con 60hp di potenza massima, che fa una colonna di fumo nero come una locomotiva.

Non è un caso che tutte le case montino gli stessi sistemi e che abbiano tutte gli stessi problemi.  E' così perchè le soluzioni disponibili sono trasversali alle case, sviluppate da altri. E sono queste soluzioni che hanno mostrato platealmente la loro insufficienza tecnologica. In atri termini, la tecnologia del diesel pulito è una balla colossale.


Offline emilio60

  • Iscritto da Set 2013
  • Toscana
  • ******
  • 4.737
  • Motori benzina: 2L-3L-4L-5L-6L, Motori diesel: V8
  • Volvo: Adesso: Siitretti T5 R-Design manuale 2012 (pre-China engineering) - ex: Siihutti D3 Geartronic 2013
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #19 il: Maggio 01, 2018, 20:13:06 pm »
La tecnologia del diesel pulito è una balla ancor prima di arrivare al tavolo da disegno, perché se un diesel lo alimenti col gasolio, la mer-da che entra da qualche parte dovrà pur uscire.
Le navi vanno a olio pesante ed inquinano milioni di volte in più di altri mezzi, ma sono in mare e nessuno rompe loro le @@.

Se però qualche costruttore scova un vantaggio tecnologico rispetto ad altri, non vedo perché non sfruttare gli anni di durata del brevetto per non acquisire un bel vantaggio.

Questo ovviamente va traslato 20 anni addietro, oggi forse si sono svegliati e la pacchia è finita.

Però non credo davvero che ci vogliano tutti quegli investimenti multimiliardari che una casa da sola non può reggere.
Questo è ovvio se si tentano a caso migliaia di soluzioni, ma spesso nel motorismo sono state idee semplici a rivoluzionare le cose.
Poi l'iniettore-pompa lo brevettò VolksWagen il Multijet la Fiat...
Chi poi fa le produzioni di massa è una questione di risparmio per economie di scala, non di cervelli.
Non discutere mai con un idiota.....ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. (Copyright Cavallo)



Offline alessandro

  • Iscritto da Gen 2007
  • ***
  • 315
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #20 il: Maggio 04, 2018, 12:43:08 pm »
Honda anni fa si è costruita da sola (e partendo da zero) il suo primo diesel, che è anche stato il primo diesel al mondo completamente in alluminio.
Ed ha vinto diversi premi di settore.
Gli ci sono voluti però degli anni, durante i quali ha montato i diesel Isuzu, spendendo parecchio in garanzie e facendosi cattiva pubblicità.
Toyota credo che i suoi diesel li faccia da sola.
Non esiste solo la triade tedesca.

Il D5 Volvo 5 cilindri, è interamente in alluminio ed è uscito assai prima del 2.2 Honda. Quest'ultimo non è che fosse un gran motore, visto che dava tantissimi problemi al Dpf e spaccava "udite udite" le catene distribuzione, come l'n47 Bmw.
Solo che vendendone un centesimo rispetto alle bavaresi, ha fatto meno scalpore.
N47 che tra l'altro, per un periodo , ha montato anche la Toyota ( e le catene continuavano a spaccarsi...).

Offline MarcoSchumi82

  • Iscritto da Feb 2018
  • ******
  • 1.315
  • VOLVO XC40 T3 MOMENTUM
  • Volvo: XC40
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #21 il: Maggio 06, 2018, 21:42:09 pm »
Signori una domanda:
alla fine che futuro è lecito aspettarsi?
Mi spiego, in quanto appassionato di auto e del piacere di guidarla l' auto, sono preoccupato della piega che sta prendendo la faccenda.
Ok che diesel e benzina inquinano ma le elettriche e ibride (che sono una palla dal lato del piacere ed emozione di guida, delle autonomie manco voglio parlare) non è che sono tutta sta trovata ecologica. Qualcuno mi spiega come si può pensare di produrre corrente e smaltire tutte quelle batterie?
Faremo come in Olanda le centrali a carbone e un paio di buchi dove sotterrare le pile?
Non sarebbe meglio cercare carburanti alternativi tipo quello sintetico che stanno sviluppando i Vaggari!?

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk


Offline Long John Silver

  • Iscritto da Nov 2011
  • Valdarno
  • ******
  • 1.631
  • Volvo: XC70 D5 185cv AWD Geartronic Momentum 2008
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #22 il: Maggio 08, 2018, 14:40:29 pm »
Mah... Non si parla di NOx ma di CO2, però dimostra che non sempre è come ce la vendono!

www.ADAC.de - Elettrico, gas, benzina, diesel e ibridi: la valutazione del ciclo di vita delle nostre auto
L'ADAC ha per la prima volta confrontato il bilancio globale di CO 2 di tutti i tipi di autovetture in uno studio importante. Il risultato: non esiste un'unità che generalmente abbia il miglior bilancio climatico. E: l'auto elettrica non è sempre particolarmente rispettosa del clima!


Qui tradotto in italiano da gugol:
https://translate.google.it/translate?sl=de&tl=it&js=y&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&u=https%3A%2F%2Fwww.adac.de%2Fder-adac%2Fmotorwelt%2Freportagen-berichte%2Fauto-innovation%2Fstudie-oekobilanz-pkw-antriebe-2018%2F&edit-text=

Qui l'originale ADAC in tedesco:
https://www.adac.de/der-adac/motorwelt/reportagen-berichte/auto-innovation/studie-oekobilanz-pkw-antriebe-2018/
Giovanni su "la V"

Offline xc70forever

  • Iscritto da Ott 2008
  • **
  • 149
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #23 il: Dicembre 21, 2018, 12:53:40 pm »
intanto c'è chi va in controtendenza.... ormai il maggior nemico è la co2 e volenti o nolenti il diesel batte il benzina
https://www.motori.it/anteprime/774686/mercedes-nuovo-ibrido-plug-in-diesel-per-classe-c-e-classe-e.html

Offline ilgelataio

  • Iscritto da Ago 2016
  • Faenza
  • **
  • 244
  • Volvo: XC70 D5 2005 7posti manuale 163 cv
Re:diesel+elettrico: c'è chi ci crede
« Risposta #24 il: Dicembre 21, 2018, 17:28:41 pm »
Il problema degli abitanti della pianura padana sono le polveri sottili che ci tespiriammo. Il diesel è in assoluto il peggiore sotto questo punto di vista.
Il problema più grave a livello globale è però il riscaldamento globale, e questo è in gran parte dovuto alla co2, il benzina ne emette un po' più del diesel (ma i valori sono paragonabili), l'elettrico alimentato da rete circa la metà di diesel e Benzina.

Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk