VOLVO CLUB

960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.

Offline FezMonki

  • Iscritto da Giu 2015
  • Trezzano S/N (MI)
  • ****
  • 559
  • Volvo: 960 T16 - Ex: 142, 245 turbo.
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #15 il: Ottobre 28, 2017, 19:30:50 pm »
Non so che zingari avete voi, ma i nostri a Milano girano coi Q7 del 2015 (si, veramente), non sono mica poveretti come me. Uno pure in Maserati.
Uso gli apostrofi invece degli accenti perche' ho una tastiera americana senza accenti Italiani, non perche' sono una bestia, scusatemi.

Offline 745 forever

  • Iscritto da Feb 2016
  • ******
  • 3.516
  • Volvo: volvo 745 t.i. 945 b200f
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #16 il: Ottobre 28, 2017, 19:33:24 pm »
behhh,dai, se si ha a disposizione solo una auto e se la si sistema come fa Fez nel garage di casa,come si fa a tenerla ferma per tot giorni ?  :-Svezia :-Svezia :-Svezia
Il lavoro mi piace, mi affascina.Posso starmene seduto a guardarlo per ore.

La religione e' una campagna pubblicitaria per un prodotto che non esiste.

Offline 745 forever

  • Iscritto da Feb 2016
  • ******
  • 3.516
  • Volvo: volvo 745 t.i. 945 b200f
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #17 il: Ottobre 28, 2017, 19:34:03 pm »
Non so che zingari avete voi, ma i nostri a Milano girano coi Q7 del 2015 (si, veramente), non sono mica poveretti come me. Uno pure in Maserati.
:-DD :-DD
Il lavoro mi piace, mi affascina.Posso starmene seduto a guardarlo per ore.

La religione e' una campagna pubblicitaria per un prodotto che non esiste.

Offline claudio65

  • Iscritto da Ago 2011
  • Pisa (provincia)
  • ******
  • 3.084
  • Veniamo noi con questa mia addirvi.. addirvi, tutt
  • Volvo: "Ulla" 245 Polar, anno 1990, colore bianco / 945 Anno 1991, Verdona Vespa PX 125 anno 1981
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #18 il: Ottobre 28, 2017, 21:47:39 pm »
Non so che zingari avete voi, ma i nostri a Milano girano coi Q7 del 2015 (si, veramente), non sono mica poveretti come me. Uno pure in Maserati.
Ahahahahahahahah... tanto son soldi nostri, che glie frega a loro

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk


Offline geronimo 007

  • Iscritto da Set 2014
  • ****
  • 591
  • Volvo: Volvo v40 d2
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #19 il: Ottobre 29, 2017, 02:49:31 am »
Quella 960 l'avevo notata anche io su autoscout, in effetti sembrava ben tenuta, avevo anche aperto un topic nella sezione 'volvo in generale'.. seguirò con interesse i prossimi lavori!

Offline FezMonki

  • Iscritto da Giu 2015
  • Trezzano S/N (MI)
  • ****
  • 559
  • Volvo: 960 T16 - Ex: 142, 245 turbo.
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #20 il: Ottobre 29, 2017, 03:19:31 am »
Quella 960 l'avevo notata anche io su autoscout, in effetti sembrava ben tenuta, avevo anche aperto un topic nella sezione 'volvo in generale'.. seguirò con interesse i prossimi lavori!
A parte sto delirio con il cruscotto, il resto e' anche ben tenuto, e i km ho constatato essere genuini dopo una chiamata al ricambista volvo che l'ha cercata in sistema, una approfondita occhiata al motore, e al fatto che ho trovato l'annuncio del proprietario precedente di due anni fa a 106.000. Considerando che gli ho praticamente fatto pagare il passaggio, poteva andare peggio.
Da guidare si sente che e' un'ammiraglia, e fa i traversi in un attimo (anche se non come il mio vecchio 240), ma finche' non ho il cruscotto di nuovo insieme sono infelice  :-DD
Uso gli apostrofi invece degli accenti perche' ho una tastiera americana senza accenti Italiani, non perche' sono una bestia, scusatemi.

Offline Super-8

  • Iscritto da Lug 2009
  • Bozen im Wald
  • ******
  • 2.191
  • W le old
    • www.gimach.it
  • Volvo: 965 SW T16
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #21 il: Ottobre 29, 2017, 12:09:48 pm »
Ciao, e benvenuto nel club di quelli che si tirano una mazzata nei maroni per avere una bestia di motore ma "delicato"....anche perché la manutenzione, è mooooolto più differente ed onerosa rispetto al 240.
Consiglio, accertati che sia stata fatta la distribuzione come si deve qualche spunto lo prendi dai topic B204ft o b204gt, e questo prima di iniziare ad andare a fare qualche 8 in qualche piazzale.
Il c**o è pesante perchè è l'erogazione della potenza che è differente; le info le trovi sempre nei topic di cui sopra, ma ti anticipo in ogni caso che questo motore è morto sotto i 2.500 giri, mentre al di sopra dovrebbe attaccarti al sedile, se così non fosse' c'è un problema, a partire dalla turbina, che di norma spinge attorno ai 0,7/0,9 bar.... se anche sulla tua c'è una centralina che la controlla.... staccala*... noterai subito la differenza  ;D
*non si risponde di quanto sopra riportato

Offline FezMonki

  • Iscritto da Giu 2015
  • Trezzano S/N (MI)
  • ****
  • 559
  • Volvo: 960 T16 - Ex: 142, 245 turbo.
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #22 il: Ottobre 29, 2017, 15:53:57 pm »
Ciao, e benvenuto nel club di quelli che si tirano una mazzata nei maroni per avere una bestia di motore ma "delicato"....anche perché la manutenzione, è mooooolto più differente ed onerosa rispetto al 240.
Consiglio, accertati che sia stata fatta la distribuzione come si deve qualche spunto lo prendi dai topic B204ft o b204gt, e questo prima di iniziare ad andare a fare qualche 8 in qualche piazzale.
Il c**o è pesante perchè è l'erogazione della potenza che è differente; le info le trovi sempre nei topic di cui sopra, ma ti anticipo in ogni caso che questo motore è morto sotto i 2.500 giri, mentre al di sopra dovrebbe attaccarti al sedile, se così non fosse' c'è un problema, a partire dalla turbina, che di norma spinge attorno ai 0,7/0,9 bar.... se anche sulla tua c'è una centralina che la controlla.... staccala*... noterai subito la differenza  ;D
*non si risponde di quanto sopra riportato
Cinghia distribuzione e' nuova, ma non hanno cambiato null'altro. Un mio amico che ne ha avute svariate, mi ha detto che il tenditore in teoria e' eterno, giusto di cambiare i bulloni. Lo cambiero' comunque, ma non nell'immediato se si presenta bene. Invece cambiero' immediatamente puleggia della pompa e il barilotto recupero vapori.

Sicuramente si sveglia dai 2500 in su, ma non posso dire che mi attacchi proprio al sedile al momento. Donde esta' questa centralina magica da defalcare immediatamente? Ma stiamo parlando di qualche cavallo in piu', o un test per controllare che tutto funzioni?

Qualcun'altro mi ha bisbigliato di aggredire il catalizzatore con scalpello e martello, siccome e' li che sono finiti i 10cv mancanti del b204gt (oltre a una mappa meno aggressiva).
Uso gli apostrofi invece degli accenti perche' ho una tastiera americana senza accenti Italiani, non perche' sono una bestia, scusatemi.

Offline fede940

  • Iscritto da Apr 2012
  • Milano
  • ******
  • 1.242
  • Volvo: 945 B200FT
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #23 il: Ottobre 29, 2017, 18:08:35 pm »
Complimenti molto bella.
Magari CST può darti qualche dritta perché il T16 si esprima al meglio

Offline claudio65

  • Iscritto da Ago 2011
  • Pisa (provincia)
  • ******
  • 3.084
  • Veniamo noi con questa mia addirvi.. addirvi, tutt
  • Volvo: "Ulla" 245 Polar, anno 1990, colore bianco / 945 Anno 1991, Verdona Vespa PX 125 anno 1981
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #24 il: Ottobre 29, 2017, 18:21:19 pm »
Complimenti molto bella.
Magari CST può darti qualche dritta perché il T16 si esprima al meglio
Ricordo che la mia in seconda, sulle rotonde, era da panico ! Si, per gli altri... Ahahahahahahahah
E non è proprio facile farla partire di c**o, cioè, devi essere proprio ignorante, altrimenti è incollata in terra. Eccetto quando...... piove !

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk


Offline CST

  • Iscritto da Set 2011
  • Roma
  • *****
  • 939
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #25 il: Ottobre 29, 2017, 20:54:53 pm »
Qualcuno mi ha nominato?
Volete proprio sapere tutti i segreti del mestiere?

Prima sfatiamo qualche leggenda metropolitana sulle centraline.
In queste centraline ci sono due mappe, quella della carburazione e quella dell'anticipo.
Sono mappe espresse in matrici giri x carico.
Queste mappe sono delle direttrici rispetto alle quali la centralina può operare delle correzioni, entro certi limiti, in base ai segnali che riceve dai vari sensori.
Quello principale è il famigerato debimetro, che dice alla centralina quanta aria sta entrando nel motore (carico).
Per le differenze tra GT ed FT non c'è alcun bisogno di variare la mappa benzina o quella anticipi, l'unica differenza sta nel fatto che nelle versioni FT deve tener conto del segnale proveniente dalla sonda lambda.

Detto ciò il B204FT è gestito da una BOSCH LH 2.4MFI, ha un rapporto di compressione di 8,2:1 e lavora con una pressione di sovralimentazione variabile dal boost-controller che va dai 0,4bar ai 0,45bar per una potenza massima di 190cv.
Il boost-controller è gestito da un modulo separato, TCU, che dialoga con la LH.
Il turbocompressore è un Garrett T3 con rapporto A/R di 0,48, wastegate interna con attuatore e boost controller.

A questo punto sicuramente vorrete sapere come elaborare il B204FT.

Per una preparazione discreta:

Prima cosa sostituire il bullone della puleggia della pompa dell'olio con uno in acciaio di classe 10.9.
Scollegare il boost-controller originale dai tre tubetti e sostituirlo con uno manuale a rubinetto, possibilmente a scatti, lasciando collegato lo spinottino sul boost originale.
In questo modo si avrà la sola pressione impostata sull'attuatore della wastegate, cioè 0,4bar.
Scollegare il tubicino che va al manometro del turbo del quadro strumenti e collegarci un manometro vero, meccanico con scala bar.
Iniziare ad alzare la pressione uno scatto alla volta controllandola sul manometro.
Mi perdonerete, dato che è passato qualche anno dall'ultimo 204, se ora non ricordo con precisione a che pressione la centralina va in taglio, ma sicuramente copre fino a 1,2bar.
La pressione va verificata in terza e in quarta allungango dai 3000 giri, le tirate in prima e seconda non danno il carico effettivo.
Potete alzare la pressione anche fino ad arrivare al taglio, non succede nulla, vi ritroverete con il gas spalancato e l'auto che si comporta come se aveste lasciato l'acceleratore di colpo.
Quando arriva il taglio vuol dire che avete esagerato, riabbassate di un paio di scatti per lasciare un po di margine e sarete alla massima pressione gestibile con le mappe e le correzioni di serie.
A 1,2 bar di pressione siete a circa 250cv.
Ripeto che non ricordo a quanto taglia, magari potete arrivare a 1,4 per 266cv... magari.
Comunque 60cv in più non sono male, ci si diverte.
La centralina, al di sotto del taglio, corregge perfettamente, quindi le mappe non vanno toccate.
Per andare oltre bisogna mappare, ma le centraline vecchie non sono facili come quelle attuali, bisogna conoscerle bene, specialmente quelle con le mappe in esadecimale, altrimenti non se ne esce più.

Con la pressione sopra ad 1bar bisogna montare uno scarico di sezione maggiore, altrimenti si va in contropressione.
La contropressione danneggia la turbina e conseguentemente il compressore, oltre a far salire le temperature in camera di scoppio.
Se la sonda lambda dovesse rompere le scatole si può montare un emulatore a segnale fisso.

Abbinate un filtro aria più permeabile e siete a posto.

L'intercooler di serie va bene fino a oltre 300cv, quindi non toccatelo.

Magari manicotti in silicone possono essere graditi.

250-260cv di divertimento senza troppe complicazioni.

Per andare oltre il lavoro si fa ben più complicato, siamo al famoso confine tra una lavoro relativamente semplice e un lavoro da professionisti.
Non vi avventurate in preparazioni più spinte senza avere le complete conoscenze necessarie, ci sono tantissimi risvolti per ogni cosa che si va a toccare e si rischia di fare danni pesanti che, data la rarità del motore in questione, sarebbero da evitare assolutamente perché oltre al risvolto economico ci si potrebbe ritrovare con un motore irriparabile.

P.S. Non spargete troppo la voce, altri preparatori potrebbero venire a picchiarmi sotto casa per quello che ho rivelato.
Volvo 740 Turbo 350cv '87
Volvo C70 Cabrio 230cv '03
Volvo 740 D6 '84
Volvo S70 10v '98
Mercedes SLK 230 Kompressor 250cv '99
Renault Espace 2.0 16v 140cv
Renault Clio 1200
Fiat Cinquecento Sporting

Offline 745 forever

  • Iscritto da Feb 2016
  • ******
  • 3.516
  • Volvo: volvo 745 t.i. 945 b200f
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #26 il: Ottobre 29, 2017, 21:12:23 pm »
 :-venerazione mitico CST
Il lavoro mi piace, mi affascina.Posso starmene seduto a guardarlo per ore.

La religione e' una campagna pubblicitaria per un prodotto che non esiste.

Offline FezMonki

  • Iscritto da Giu 2015
  • Trezzano S/N (MI)
  • ****
  • 559
  • Volvo: 960 T16 - Ex: 142, 245 turbo.
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #27 il: Ottobre 29, 2017, 21:36:22 pm »
Oh, mi sei piaciuto.
Intanto mi fa piacere che sia un T3 e non un altro m*****a di TD04 con relative rotture di palle con flange introvabili e turbo datato.

In sostanza, a parte le manutenzioni del motore, per fare la personcina ignorante:
Step 1: Martello fuori il catalizzatore, prendo una valvola manuale di m*****a a 15 euro su ebay, giro finche' mi taglia e arretro prima finche smette, e poi ancora un po per salvaguardare la turbina.
Step 2: Trovo uno scarico (sara' dura trovarne uno specifico 960 t16 immagino) da 3 pollici (quello originale e' sempre 2.5 come le 940 8v?), metto un manometro come dio comanda e mi spingo al taglio.
Step 3: Ti rompo i c******i di nuovo.

Gia' da 190 a 250/66 e' una bella maialata dai, tra l'altro completamente reversibile in un istante usando una valvola col comando elettronico in auto. Potrebbe anche bastarmi, finche' trovo un motore di ricambio comunque.
Grazie!

Edit: Ah, e l'M46 di serie dove arriva?Ho visto vociferare sul fatto che l'M46, specificamente montato dietro ai B204, e' ancora piu' resistente degli M46 comuni, non chiedermi perche' pero'. Continuo ad avere comunque L'M90 in box con albero di trasmissione, leve, e supporto, specifici per 960 quindi anche se esplodo l'm46 sono gia' pronto.
« Ultima modifica: Ottobre 29, 2017, 22:19:30 pm da FezMonki »
Uso gli apostrofi invece degli accenti perche' ho una tastiera americana senza accenti Italiani, non perche' sono una bestia, scusatemi.

Offline CST

  • Iscritto da Set 2011
  • Roma
  • *****
  • 939
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #28 il: Ottobre 30, 2017, 00:00:16 am »
Io ho l'M46 della 740 Turbo con 360cv.
Sta lì da sempre e fa il suo lavoro.
Con 250-300cv gli fai il solletico.
È leggermente più corto dell'M90.
Cambiagli l'olio e vai tranquillo.
Se l'overdrive fa il suo lavoro non avrai problemi, altrimenti revisioni l'OD e sei a posto.
Qualche M90 rotto l'ho visto.
Anche M47.
Di M46 mai.

Volvo 740 Turbo 350cv '87
Volvo C70 Cabrio 230cv '03
Volvo 740 D6 '84
Volvo S70 10v '98
Mercedes SLK 230 Kompressor 250cv '99
Renault Espace 2.0 16v 140cv
Renault Clio 1200
Fiat Cinquecento Sporting

Offline FezMonki

  • Iscritto da Giu 2015
  • Trezzano S/N (MI)
  • ****
  • 559
  • Volvo: 960 T16 - Ex: 142, 245 turbo.
Re:960 T16 - Dagli Aborigeni ai giorni nostri.
« Risposta #29 il: Ottobre 30, 2017, 00:11:51 am »
Io ho l'M46 della 740 Turbo con 360cv.
Sta lì da sempre e fa il suo lavoro.
Con 250-300cv gli fai il solletico.
È leggermente più corto dell'M90.
Cambiagli l'olio e vai tranquillo.
Se l'overdrive fa il suo lavoro non avrai problemi, altrimenti revisioni l'OD e sei a posto.
Qualche M90 rotto l'ho visto.
Anche M47.
Di M46 mai.
Mi devo solo abituare all'overdrive. Dio santo, la rimetto in terza quando voglio andare in quinta tre volte al giorno  :-DD
Uso gli apostrofi invece degli accenti perche' ho una tastiera americana senza accenti Italiani, non perche' sono una bestia, scusatemi.